Amici di Laturo

Anno di fondazione
15 aprile 2013
Forma associativa
Associazione

Il progetto

Amici di Laturo nasce per cercare di dare nuova vita a Laturo (TE), uno dei borghi abbandonati più importanti dei Monti della Laga. ‘Ridare luce’ al Borgo di Laturo significa ridare e risvegliare la coscienza di appartenere nuovamente a quel territorio e riscoprirne le proprie origini, rivolgendosi a tutta la vallata, a chi sostiene il progetto e soprattutto ai parenti ed ora proprietari delle case diroccate del Borgo. L’associazione nasce dall’incontro e dalla passione di alcuni amici per la cultura della Montagna, intesa sia come luogo ricco di tradizioni secolari e bellezze inestimabili, sia come luogo dove “impiegare” e non “spendere” il proprio tempo libero

Referenti

Federico Panchetti

Missione

Amici di Laturo ha come obiettivi: dare visibilità ai progetti per Laturo: fine ultimo salvare più case possibili, chiesa compresa; promuovere l’Associazione “Amici di Laturo” in modo da ottenere aiuti nel duro lavoro quotidiano con donazioni, sponsorizzazioni o beni; poter far ripopolare terre così selvagge, un tempo animate e operose, ricreando non solo un turismo rurale intelligente, saltuario e di nicchia,  ma un’idea di vita alternativa: in sostanza un progetto pilota di ecovillaggio (uno dei rarissimi al mondo senza strada), che potrebbe costituire un esempio e fare da volano anche per altre realtà del Castellano (TE)

Punti di forza

Recupero del borgo di Laturo / Creazione e difesa di un turismo rurale / Progettazione di un ecovillaggio

Testimonianze

#‎laculturachevince Laturo è un borgo abbandonato dell’Abruzzo che ha deciso di non morire. Questa frazione di Valle Castellana, in provincia di Teramo, era completamente disabitata da più di 40 anni, prima che gruppi di appassionati di pratiche sportive come orienteering e survival lo scegliessero come luogo ideale per queste e altre attività all’aria aperta. Situato all’interno del Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga, a 900 metri, tra boschi e torrenti, ancora oggi Laturo non è raggiungibile agevolmente e solo a piedi, perché la vegetazione spontanea ha reso difficile da percorrere l’unica mulattiera che lo separa dalla strada carrabile. Un progetto di recupero porta avanti il sogno di diffondere il più possibile la cultura della montagna e di creare forme di turismo ecostenibile, fino a ripopolare parte del borgo almeno in alcuni periodi dell’anno. A Laturo il silenzio e il buio sono “veri”: non ci arriva la luce artificiale e deve essere straordinaria l’emozione di sentirsi vivere nel mondo di tanti anni fa. Spero davvero di riuscire ad andare a visitare presto questo luogo. Gli indirizzi per saperne di più sono quelli del sito web e della pagina Facebook: http://www.borgodilaturo.it/

https://www.facebook.com/amicidilaturo?fref=ts

Massimo Bray

Mappa

News

07_Amici di Laturo

18/03/2015 – Domenica 19 aprile 2015 ci incontreremo presso il Ristorante “Peppe Lu Brrì”, località Villa Franca di Valle Castellana (TE), così da conoscerci tra soci e simpatizzanti. L’appuntamento è per le ore 13 così da pranzare assieme ed è aperto a tutti! Per chi volesse visitare prima il borgo, l’appuntamento è alle 9.30 alla chiesetta di Olmeto (mappa della zona di Laturo con i due sentieri di accesso e alcuni punti di interesse). Mettete partecipo sull’evento facebook ed invitate i vostri amici!

Galleria

  • 01_Amici di Laturo
  • 02_Amici di Laturo
  • 03_Amici di Laturo
  • 04_Amici di Laturo
  • 05_Amici di Laturo
  • 06_Amici di Laturo
Ti piace questo progetto? Dillo con un "mi piace"

Diffondilo tra i tuoi contatti

Articoli collegati