Cooperativa Triskele

Anno di fondazione
2014
Forma associativa
Società cooperativa

Il progetto

Dopo l’esperienza estiva dell’anno 2013, svoltasi nell’ambito del volontariato parrocchiale come accompagnatori turistico-culturali a Scicli, un gruppo di ragazzi ha deciso di prolungare, sotto l’attenta supervisione di Padre Antonio Sparacino, il proprio impegno organizzando altre attività all’interno delle Chiese gentilmente affidate, sviluppando così un progetto espositivo, che ha visto coinvolti alcuni Istituti scolastici. Tutta la cittadinanza ha accolto con molto favore il fatto che le Chiese, peraltro tutte ubicate nel centro storico di Scicli, siano tornate a vivere con attività rivolte ai giovani e siano aperte a chiunque voglia entrarvi anche quando non siano in svolgimento delle normali funzioni. Visto il successo che queste esperienze continuano ad avere e il plauso che la Cooperativa Triskele riceve dagli ospiti che Scicli accoglie durante le varie fasi della stagione turistica, si è deciso di andare ulteriormente avanti e di farsi parte attiva nella gestione di strutture ricettive nell’ambito del territorio Sciclitano

Referenti

Moira Fiorilla

Missione

La società cooperativa Triskele si propone di operare nell’ambito turistico-culturale per lo sviluppo economico dell’intero circuito cittadino a Scicli: tutela e valorizza le chiese di Scicli attraverso itinerari turistici, visite guidate e aperture straordinarie per promuovere la conoscenza di Scicli e del suo territorio. Triskele cura progetti espositivi all’interno delle chiese a loro affidate in sinergia con gli Istituti scolastici, promuove attività rivolte ai giovani

Punti di forza

Cooperativa giovanile di rivalutazione e promozione culturale del territorio / Tutela e valorizzazione delle chiese di Scicli / Informazione turistica, gestione di aziende e siti culturali

Testimonianze

#‎Scicli è un borgo siciliano che dal 2002 è presente nella lista del Patrimonio mondiale dell’Umanità ‪#‎UNESCO, insieme agli altri centri storici tardo-barocchi della Val di Noto. Elio Vittorini scrisse di questo città della provincia di Ragusa: «È la più bella città che abbiamo mai vista. Più di Piazza Armerina. Più di Caltagirone. Più di Ragusa, e più di Nicosia, e più di Enna. Più di Modica e più di Gela… Forse è la più bella di tutte le città del mondo. E la gente è contenta nelle città che sono belle…». Eppure non tutte le meravigliose chiese che vi sorgono, oggi, si trovano in condizioni ottimali. La chiesa di S. Maria della Consolazione è stata oggetto di restauro in un passato abbastanza recente, ma poi è stata abbandonata con i lavori lasciati a metà: il pavimento smontato e accatastato, le opere d’arte, l’organo e gli stalli lignei in uno stato di abbandono. La chiesa di S. Bartolomeo espone il documento del 1932 che la vincola insieme a tutte le opere che contiene, compresa una deposizione di Mattia Preti. Nonostante ciò, molte tele presentano squarci e danni di vario tipo. Questi sono solo due esempi. Un gruppo di cittadini ha fondato la Società Cooperativa Triskele con lo scopo di tutelare e valorizzare le più belle chiese di Scicli, progettando itinerari e visite guidate; organizzando, tra molte difficoltà, aperture straordinarie; mostrando sempre tanto il fascino quanto il degrado dei luoghi; cercando di suscitare gioia e senso di comunità. Non lasciamo soli questi cittadini che, con passione e senso civico, hanno deciso di dimostrare a tutto il Paese cosa significhi ‪#‎laculturachevince

Massimo Bray

Mappa

News

05/04/2015 – Dalle nostre tradizioni vi proponiamo il video della Festa di Pasqua a Scicli dalla Chiesa di Santa Maria La Nova: u Gioia

 

Galleria

  • 01_Società Cooperativa Triskele
  • 02_Società Cooperativa Triskele
  • 03_Società Cooperativa Triskele
  • 04_Società Cooperativa Triskele
  • 05_Società Cooperativa Triskele
  • San Bartolomeo
Ti piace questo progetto? Dillo con un "mi piace"

Diffondilo tra i tuoi contatti

Articoli collegati